Vari

con•ta•mi•na•zió•ne


Con·ta·mi·na·zió·ne – sostantivo femminile.
Contatto fisico o morale perturbatore dell’equilibrio igienico o dei valori tradizionali o individuali; corruzione.

Artificio consistente nella fusione di elementi di diversa provenienza nella composizione di un’opera letteraria.

La fotografia è stata ideata e realizzata per QUARTINO PROJECT, progetto ideato e condotto da Giuseppe Mendolia Calella e Balloon Project.

(2020)

Ma vuoto


Marzo / Covid – 19 / 2020

E il foglio bianco come la neve rimase puro e casto per sempre – puro e casto – ma vuoto.⁣
(K. Gibran)⁣
⁣Ma vuoto.⁣

Era il XXI giorno, dal XLII giorno il tedio, ora l’insofferenza, dopo la fuga.⁣

Pubblicato in Square Project, ideato e condotto da Balloon Art Project, a cura di Valentina Barbagallo e Giuseppe Mendolia Calella.

L’amore al tempo del Ventidue


L’amore al tempo del Ventidue è una raccolta di cartoline, trovate nella cassettiera dello zio Carlo, a sua volta le avrà trovate nei suoi innumerevoli giri alla ricerca di oggetti che gli aprivano mondi fatti di storie vere e immaginate, familiari o estranee.
Queste cartoline raccontano di Wally e Fazzoletto Bianco, una donna e un uomo di cui nulla è noto se non il profondo amore da loro raccontato, vissuto a distanza, fatto di sguardi dalla finestra, di appuntamenti e persone fidate che recapitavano questi messaggi di amore e di (r)esistenza. Wally e Fazzoletto Bianco hanno vissuto nella Sicilia dedita all’agricoltura degli inizi del Novecento, tra Donna Lucata e Pozzallo, nell’estremo meridione orientale dell’isola.
L’amore al tempo del Ventidue è storia reale e immaginata, i cui protagonisti possono essere tutti, è la possibilità di approfondire l’aspetto antropologico della Sicilia di quei tempi, L’amore al tempo del Ventidue accenna a un tempo passato che può anche essere presente.

(2021)

Berlin in Black


La storia di Berlino è caratterizzata da un continuo sconvolgimento dell’impianto urbanistico e da una sua revisione dalla fine del secondo conflitto mondiale a oggi. Il simbolo di questi cambiamenti sono alcuni edifici scelti come fil rouge che collega il passato al presente di una importante storia architettonica e urbana, come ad esempio gli edifici costruiti nei dintorni di Potsdamer Platz e le case dei Maestri del Bauhaus a Dessau. I soggetti ripresi appaiono decontestualizzati, la figura umana risulta assente, per dare ampio risalto alle geometrie che li connotano e li rendono simili pur nella loro eterogeneità.

(2021)