No memory

I reperti archeologici sono i testimoni delle civiltà passate, portatori della memoria e della cultura materiale e immateriale prodotta dall’Uomo.  Sono oggetti che contribuiscono alla ricostruzione della storia dell’umanità, del passato che ha riflessi nel presente.
In No memory i reperti archeologici sono coperti da teli, da fogli di pluriball e di carta velina che coprono interamente gli oggetti o che ne svelano appena le forme, così smettono di essere espressione tangibile della nostra memoria e si fanno forma sospesa della nostra identità.

I reperti sono conservati presso il Museo Archeologico “Antonino Salinas” di Palermo; le fotografie sono state scattate su permesso della d.ssa Francesca Spatafora, già Direttore del Museo.

(2015 — 2017)

2022 / mostra | una fotografia del Laocoonte in Quando le statue sognano [con Masbedo e F. De Grandi], a cura di Helga Marsala, Polo Regionale di Palermo per i Parchi e i Musei Archeologici / Museo Antonino Salinas
2021 / pubblicazione | una fotografia del Laocoonte pubblicata in Quando le statue sognano, frammenti di un museo in transito, a cura di Helga Marsala, Polo Regionale di Palermo per i Parchi e i Musei Archeologici / Museo Antonino Salinas, ed. CRICD
2021 / mostra | group show 69 a cura di Roula Seikaly and Jon Feinstein | Humble Arts Foundation
2021 / concorso | selezionato al COCA 2021, Center of Contemporary Artists — sezione Fotografia